Medeaterranean nasce a Salerno, il territorio in cui il famoso biologo e fisiologo statunitense Ancel Benjamin Keys ha vissuto per ben 28 anni, studiando l’alimentazione della popolazione locale, e comprendendo quanto questa influenzi positivamente il nostro organismo e la nostra salute. Lo stesso Keys coniò la denominazione di Dieta Mediterranea, ossia un modello nutrizionale ispirato alle abitudini alimentari tradizionali di Italia, Grecia, Spagna e Marocco. Nel 2007 queste ultime chiesero all’UNESCO di iscrivere la Dieta Mediterranea nella Lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Umanità, richiesta poi accolta nel 2010.

Come molti studi hanno dimostrato, seguire il regime alimentare dettato dalla Dieta Mediterranea comporta un importante miglioramento della salute.

Dopo aver scoperto la sua funzione protettiva nei confronti delle malattie cardiovascolari, dei tumori e anche di allergie e asma, gli studi ne segnalano inoltre gli effetti protettivi sul cervello. È emerso che coloro che seguono questo tipo di modello alimentare con gli anni hanno meno possibilità di andare incontro a un declino cognitivo.

La Dieta Mediterranea prevede un cospicuo consumo di pane, frutta, verdura, pasta, erbe aromatiche, cereali, pesce, vino e olio di oliva, ingrediente quest’ultimo fondamentale per la nostra salute, poiché controbilancia efficacemente gli alimenti contenenti grassi.

Per tutte queste ragioni possiamo tranquillamente affermare che la Dieta Mediterranea ha una funzione sostanziale nella longevità e nella qualità della vita.